ESTINTORI E SICUREZZA INCENDIO

 

Poiché il fuoco è un potenziale rischio a cui possiamo essere esposti, è importante essere preparati e sapere cosa fare in caso d’incendio. Gli estintori sono la prima linea di difesa, ma solo se usato in modo corretto ed utilizzati nelle giuste condizioni. Gli estintori sono appropriati per piccoli incendi, nello stadio iniziale come ad esempio l’incendio di un cestino portacarta.


IL TRIANGOLO DEL FUOCO

 

Il fuoco ha bisogno di tre elementi per sopravvivere: l’ossigeno, il calore e il combustibile. Questo è noto come il triangolo del fuoco. Gli incendi sono spenti rimuovendo uno dei tre elementi del triangolo.

 

ossigeno

Costituisce circa il 21% dei gas dell’aria: per sostenere il fuoco un rapporto minimo del 16% è necessario.

combustibile

Possono essere materiali combustibile o infiammabili e possono essere solidi liquidi o gassosi

calore

È necessario sia per la fase di ignizione sia per sostenerlo

 

CLASSIFICAZIONE DEL FUOCO

Gli incendi sono classificati dal tipo di combustibile che brucia :

 

 

  combustibile tradizionale come il legno, la carta, gli abiti ecc.

 

  liquidi infiammabili come la benzina, il cherosene, gli olii, ed i solventi

 

  Le apparecchiature elettriche, macchinari, ecc.

 

 Metalli combustibili come il magnesio, il potassio, il sodio e i reagenti organo-metallici come l’alchil-litio, Grignards.

 

Tipi di Estintori

  1. Estintori a polvere polivalente – Fuoco classe A, B, C

  1. Polvere polivalente (ABC – Fosfato di ammonio, BC Bicarbonato di sodio o potassio) immagazzinata in pressione di azoto.

  2. Si scarica approssimativamente in 8 – 15 secondi operando ad una distanza di 1 – 2.5 metri

  3. Gli estintori a polvere polivalente sono adatti all’impiego nei laboratori; però, possono provocare notevoli danni. I residui di polvere possono infiltrarsi nelle apparecchiature elettriche e danneggiare l’ottica, gli specchi ecc. delle apparecchiature di laboratorio.
2.   Estintori a CO2 -Fuoco classe B, C

  1. CO2 liquida sotto pressione

  2. Si scarica in circa 8 - 15 secondi, distanza 1-2 metri

  3. La CO2 non lascia residui

  4. ATTENZIONE: la CO2 è temperatura molto bassa, può provocare alla pelle lesioni (ustioni). Impugnare il manicotto per indirizzare il getto.

 

 

REGOLE PER COMBATTERE IL FUOCO

COME USARE L’ESTINTORE

  Tira il fermo. Questo sblocca la leva per l’utilizzo e permette all’agente estinguente di uscire dall’estintore.

  Punta in basso. Indirizza il getto dell’estintore alla base del fuoco.

  Schiaccia la leva. Scarica l’agente estinguente dall’estintore. Se rilasci la leva il getto si interrompe.

 Passa il getto da destra a sinistra e viceversa. Muoviti con attenzione verso il fuoco, puntando il getto dell’estintore alla base del fuoco sino al suo spegnimento.

 

NON VOLTARE MAI LE SPALLE AL FUOCO